Creazione di un repository SVN su SourceForge e integrazione in Eclipse

subversion_logoIn questo articolo vedremo come creare in pochi passaggi un repository Subversion grazie al servizio online SourceForge e come integrarlo all’interno di Eclipse. L’argomento è estremamente vasto ma qui ciò che ci interessa è semplicemente capire come mettere su un repository “domestico” che ci consenta di sincronizzare più postazioni di lavoro per gestire comodamente i nostri progetti da un numero indefinito di computer e poter effettuare le classiche operazioni di checkout, update, commit, revert e così via.
Vediamo sinteticamente i passaggi da effettuare per la creazione del repository e per l’import al suo interno di un primo progetto.

Creazione del repository su SourceForge
Come detto, il primo passaggio è la creazione del repository remoto grazie al quale potremo gestire i nostri file da qualsiasi postazione di lavoro scegliendo in ciascun caso il tool SVN che più ci è congeniale a seconda della situazione. Accediamo alla pagina di registrazione di SourceForge quindi clicchiamo su Create Account e inseriamo tutte le informazioni richieste. A iscrizione completata entriamo nella sezione Project, quindi clicchiamo su Register a New Project. Qui dobbiamo stabilire il nome del progetto, assegnargli un url e spuntare la checkbox SVN prima di premere il pulsante Create. Fatto ciò il nostro repository è pronto e possiamo iniziare ad utilizzarlo. La prima cosa da fare è segnarci bene l’indirizzo, in modo da poterlo inserire all’interno di Eclipse (di TortoiseSVN, o di qualunque altro strumento utilizzeremo). Tra i tab presenti nella pagina associata al nostro progetto clicchiamo su CODE (c’è un tab con lo stesso nome associato a Git, noi dobbiamo cliccare, ovviamente, su quello di Svn) quindi selezioniamo HTTP access e memorizziamoci bene l’indirizzo di accesso al nostro repository, che sarà qualcosa del tipo https://svn.code.sf.net/p/mioprogetto/code-0/

Installazione del plugin SVN di Eclipse
La procedura di installazione del plugin SVN Subversive all’interno di Eclipse è la stessa che si effettua solitamente per l’installazione sull’IDE di qualsiasi altra estensione. Per completezza vi rimando al link ufficiale, dove la procedura è illustrata in maniera sintetica e ogni passaggio è accompagnato da uno screenshot chiarificatore.

Collegamento al repository e import di un primo progetto al suo interno
A installazione completata possiamo aprire la prospettiva relativa al tool SVN cliccando su Window -> Open Perspective -> Other… -> SVN Repository Exploring. Selezioniamo l’icona New Repository Location (dovrebbe essere la sesta partendo da sinistra del pannello appena aperto) e inseriamo i dati richiesti per connetterci al nostro repository, ovvero indirizzo, nome utente e password. Se tutto è corretto dovrebbe comparire l’alberatura delle nostre cartelle remote (al momento non abbiamo ancora importato nessun progetto quindi non comparirà nessuna directory).
Vediamo quindi come importare un primo progetto. Come prima cosa clicchiamo sull’indirizzo del repository con il tasto destro e creiamo una cartella scegliendo un nome per il progetto da importare (New -> Folder…). Seguendo la stessa procedura clicchiamo poi sulla cartella del progetto appena realizzata e creiamo una directory trunk (che, per convenzione, rappresenterà la cartella principale contenente tutti i file del progetto). A questo punto clicchiamo su trunk con il tasto destro e scegliamo Import… quindi, dal filesystem del computer, selezioniamo la cartella contenente il progetto da importare. Verranno importate tutte le directory e i file contenuti all’interno di tale cartella.
Finalmente il nostro primo progetto è stato caricato su SVN.

Lascia un commento

Your email address will not be published.